La riqualificazione sismica e termica degli edifici esistenti.

19 Gennaio 2022
Cantiere Rignano Cappotto sismico
Cappotto sismico Rignano sull'Arno

La riqualificazione delle costruzioni esistenti è oramai di fondamentale importanza: da un lato necessaria per aumentare la sicurezza alle azioni sismiche con scopo primario di salvaguardia delle vite umane, dall’altro per l’esigenza di ridurre le dispersioni energetiche e quindi mitigare i consumi riducendo in ultimo le emissioni in atmosfera.

Gran parte del patrimonio edilizio italiano è antecedente al 1974, e non rispetta quindi nessuna prescrizione in tema di progettazione sismica. Contestualmente anche le prescrizioni inerenti il risparmio energetico sono pressoché nulle, il che rende gli edifici altamente energivori.

Il rischio sismico
Quando parliamo di rischio, si intende un valore concreto e calcolabile, definito come il prodotto generato da diversi fattori: la pericolosità, la vulnerabilità e l’esposizione.

L’italia è un paese con un elevato rischio sismico a causa di una pericolosità sismica medio-alta, di una vulnerabilità molto elevata e un’esposizione altissima.

Questo rende prioritario intervenire sul patrimonio edilizio esistente per migliorarne le performance di sicurezza, ma al contempo non creare disagio agli abitanti. Normalmente, infatti, gran parte di questi immobili, che siano essi ville, condomini, edifici pubblici sono tutt’oggi regolarmente abitati e vissuti. Sarebbe perciò impensabile lo sgombero dei locali per effettuare i lavori, i disagi sarebbero ingenti e molto onerosi, tali da scoraggiare qualsiasi inquilino a voler effettuare l’intervento, nonostante gli incentivi ed i bonus fiscali.

Il governo infatti, ha stanziato diversi bonus (sisma-bonus, bonus demolizione-ricostruzione, superbonus 110%, etc..), ma molto spesso si rinuncia ad usufruirne per l’impossibilità di trovare un alloggio temporaneo durante i lavori. Questo soprattutto perché i metodi soliti di miglioramento ed efficientamento sismico sono molto invasivi, implicano infatti spesso e volentieri lo “sventramento” degli edifici per poter raggiungere le parti strutturali e rinforzarle.

Cappotto sismico ED System

Grazie all’utilizzo del nostro Thermo Cappotto Sismico invece abbiamo reso le operazioni di riqualificazione sismica molto più agevoli e veloci, spostando le operazioni edili totalmente all’esterno dell’edificio, senza rendere necessario lo sgombero dei locali (salvo rari casi). Inoltre in un unico passaggio è quindi possibile effettuare contemporaneamente riqualificazione termica e sismica degli immobili, riducendo drasticamente i tempi degli interventi, e aumentando contestualmente anche le performance Acustiche.

Vogliamo perciò mostrarvi questo nostro intervento che vede come protagonista la scuola elementare G. Papini di Rignano sull’Arno (FI), dove in soli 5 mesi di lavoro sono stati riqualificate oltre 2000mq di facciate, e durante parte dei lavori all’interno erano presenti gli alunni che svolgevano regolarmente lezione!

Siamo molto orgogliosi di questo cantiere, dove abbiamo potuto mostrare a pieno le potenzialità del nostro sistema e ci ha permesso di essere riscelti per interventi similari in altre scuole della Toscana dallo stesso Team di progettisti entusiasti dalle performance del nostro Thermo Cappotto Sismico.

Cappotto sismico ED System Details

Consci di non poter trattare in modo specifico tutto ciò che è stato fatto qui sul blog, abbiamo deciso di creare un dettagliato caso studio dell’intervento dove potete visionare nel dettaglio immagini, tavole di progetto, le verifiche effettuate e lo stato ante e post operam.

Potete scaricare il caso studio gratuito compilando il form quì sotto, vi sarà inviato direttamente sulla vostra casella mail!

Guarda il video delle lavorazioni!

    Per inoltrare la richiesta è necessario prestare il consenso secondo l'informativa resa ai sensi del D. Lgs. 196/2003 e del Regolamento UE 679/2016.

    Copyright © EcoDomus Sistemi s.r.l Privacy Policy & Cookie Policy Powered by Edsystem