Progettazione strutturale con il sistema ICF ED System.

10 Maggio 2022

Una delle domande che più spesso viene posta al nostro ufficio tecnico è “come dobbiamo calcolare una struttura realizzata con il vostro sistema costruttivo?”. La nostra risposta è sempre la stessa, “come preferite!”

Il sistema ED infatti può essere calcolato scegliendo la metodologia di calcolo che lo strutturista riterrà più opportuna, basandosi sulle proprie esperienze, sulla zona sismica e sulle geometrie dell’edificio seguendo le NTC’18. Il sistema ED permette infatti di poter impostare il calcolo in svariati modi, ottimizzando il livello prestazionale ed il risparmio economico dell’opera a seconda del contesto in cui si opera. Tra le modalità più utilizzate troviamo sicuramente la progettazione a “setti portanti, a “pareti in cemento armato portante” o a “pareti estese debolmente armate”. Un’altra modalità che sta prendendo piede, sopratutto nel caso si arrivi a proporre il sistema a “progetto strutturale già approvato”, è quella di utilizzare le nostre pareti come “tamponamento antiespulsione collaborante”, che andrà a lavorare in sinergia accoppiandosi ad una struttura intelaiata a travi e pilastri.

Struttura scatolare realizzata con il sistema ICF ED System

Chiaramente ogni modalità presenta un approccio al calcolo diverso, con anche dei fabbisogni di armature metalliche che possono differire fino al 40% tra una o l’altra modalità. Sta sempre quindi allo strutturista scegliere la metodologia di calcolo necessaria ad ottenere la migliore resa statica con il minor fabbisogno di acciaio d’armatura.

Armatura tipo cassero ICF ED system
Esempio di armatura “tipo” all’interno del cassero ICF ED System

Per semplificare queste scelte abbiamo redatto un dettagliato manuale di calcolo che riporta le varie possibilità accennate sopra. Questo è stato redatto in collaborazione con il nostro tecnico strutturista ING. Giacomo Cadelli, che si è occupato di riportare in un’unica guida tutte le modalità previste, inserendo gli stralci di normativa, dettagli tecnici ed esempi di calcolo a titolo esemplificativo. Sempre all’interno della guida troverete vari link di download per scaricare i relativi dettagli anche in formato CAD così da poterli inserire direttamente all’interno delle vostre tavole di progetto risparmiando tempo prezioso.

Esempio utilizzo sistema come Cappotto sismico per la riqualificazione del patrimonio edilizio esistente.

Sempre all’interno di questo manuale, oltre ai principi di calcolo del sistema a pareti portanti, troverai anche le guide per il calcolo del nostro Thermo Cappotto sismico e del nostro Thermo Solaio Dual (bidirezionale), anche questi correlati di dettagli cad ed esempi di calcolo esplicativi!

Armature solaio DUAL bidirezionale

Cosa aspetti ancora? Scarica subito il manuale di calcolo direttamente complilando il form quì sotto, e per qualunque ulteriore chiarimento restiamo a disposizione alla mail tecnico@edsystem.it

Un’ultima nota; la conformazione del nostro distanziatore plastico permette la posa delle armature verticali ed orizzontali in modo semplice e senza alcuna legatura metallica per tenere ferme in sede le barre d’acciaio. Questo permette di rispettare scrupolosamenteil copriferro ed il passo di progetto senza sgradevoli sorprese per lo strutturista, assicurando la perfetta riuscita dell’opera. Di seguito potete vedere un breve video che mostra quanto è semplice il posizionamento delle barre metalliche.

    Per inoltrare la richiesta è necessario prestare il consenso secondo l'informativa resa ai sensi del D. Lgs. 196/2003 e del Regolamento UE 679/2016.

    Copyright © EcoDomus Sistemi s.r.l Privacy Policy & Cookie Policy Powered by Edsystem